Notice: Undefined variable: ret in /home/federico89/public_html/wp-content/plugins/simple-google-analytics/class/Output.class.php on line 139

Vivere come gli altri, liberi di scegliere il proprio destino e di prendere autonomamente decisioni in linea con i propri bisogni e desideri. Il diritto delle persone con disabilità a una vita indipendente è riconosciuto dalla Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità, ratificata dal nostro Paese nel 2009, oltre che da una legge dello Stato, la n.162 del 1998 prevedendo per gli enti locali la possibilità di erogare dei fondi a sostegno della “vita indipendente”
Per “Vita Indipendente” si intende la possibilità per una persona, con disabilità fisico motoria grave, di vivere a casa propria, senza dover ricorrere al ricovero in strutture protette, e di poter prendere autonomamente decisioni riguardanti la propria vita. Il progetto individuale viene predisposto e realizzato con la piena condivisione della persona con disabilità. Quest’ultima ha la possibilità di scegliere autonomamente la persona che dovrà assisterla assumendola direttamente.
In sintesi gli interventi integrativi riguardano:
– L’assistenza personale (anche della durata di 24 ore)
– I servizi di aiuto personale (anche con gestione indiretta)
– I servizi di accoglienza per periodi brevi e di emergenza
– Il rimborso parziale delle spese di assistenza
Grazie ad un mio emendamento approvato in bilancio, ho aumentato il fondo di euro 25.000 per la disabilità (ottenuti da una stretta sulle spese di segreteria generale del comune). Il fondo è andato nei giorni scorsi ad incrementare proprio i soldi erogati dal comune ad Ulss per la vita indipendente.
Pensiamo a tutte le situazioni a cui può essere destinato il fondo: dall’assistenza diretta, all’acquisto dei supporti che vanno ad eliminare le barriere architettoniche domestiche, a tutte le attività legate a progetti che permettono a chi ha delle disabilità di poter partecipare alla comunità.
Nessuno può rimanere indietro e questo emendamento approvato mi riempi di orgoglio

Federico Benini

Capogruppo PD cons comunale

TESTO DELL’EMENDAMENTO
Si propone di spostare la somma di euro 25.000
da Missione 1 programma 2 per euro 25.000
a Missione 12 programma 2 per euro 25.000
destinandola ad incrementare i fondi per la pubblica disabilità

Categorie: Bilancio

Lascia un commento