Notice: Undefined variable: ret in /home/federico89/public_html/wp-content/plugins/simple-google-analytics/class/Output.class.php on line 139

Sono 40 gli emendamenti che ho depositato per la parte del bilancio relativa al finanziario 2019/2021 del comune di Verona, quindi solo per la parte di spesa corrente.

Attuando delle economie nelle spese per gli organi istituzionali, di segreteria generale e nei sistemi informativi (tutte spese sensibilmente lievitate, rispettivamente di 300 mila, 600 mila e 800 mila) ho aumentato le voci di spesa di missioni e programmi di bilancio a favore della collettività.

Tra i più rilevanti ho chiesto 50 mila euro per la tabellazione degli uffici storici veronesi al fine di rendere più efficiente la divulgazione della storia della nostra città per turisti e Veronesi, altri 50 mila euro per la creazione e la gestione di un info point fuori dalla Stazione di Verona.

Inoltre 25 mila euro a favore del sostegno dell’edilizia pubblica e popolare e la creazione di un fondo di 100 mila euro per affiancare l’imprenditorialità giovanile.

Nella voce di bilancio “altre modalità di trasporto pubblico” ho chiesto 10 mila euro per la creazione di un fondo per iniziare a finanziare un progetto per rendere l’Adige navigabile

Infatti, visto il continuo procrastinare la data di entrata in funzione del filobus, di cui si parla da più di 30 anni senza successo, suggerisco all’amministrazione di buttarsi nel… “fiume”, nel senso di concentrare gli sforzi nel domare la risorsa naturale per antonomasia, l’acqua del fiume, non solo per il sollazzo dei turisti come già proposto in passato, ma anche per il trasporto pubblico di massa dei cittadini.

Del resto amministratori ben più navigati del sottoscritto, da Valdegamberi a Castelletti, hanno descritto come “superabilissimi” gli ostacoli alla navigabilità di questa nostra risorsa nascosta con dei battelli di varie fogge.

Vista allora la condizione del trasporto pubblico veronese e i magri scenari che esso ha davanti; considerato che dal Chievo a ponte San Francesco l’Adige tocca ben tre Circoscrizioni attraversando tutto il centro storico e Borgo Trento; ritenuto opportuno utilizzare i ponti già esistenti come fermate, ecco depositato l’emendamento al bilancio

Federico Benini

Categorie: Bilancio

Lascia un commento