Notice: Undefined variable: ret in /home/federico89/public_html/wp-content/plugins/simple-google-analytics/class/Output.class.php on line 139

Su sollecitazione del sottoscritto, il 4 novembre scorso gli uffici tecnici del Comune sono tornati a verificare le condizioni del cantiere di via Verga, lottizzazione fallimentare avviata dall’amministrazione di Tosi e Giacino nel 2011, rispetto alla quale è stato realizzato un solo palazzo sui quattro previsti con l’effetto di tenere in ostaggio una larga fetta del quartiere Stadio per molti anni. Ebbene, gli uffici hanno appurato “il permanere della recinzione di perimetrazione” che era stata ripristinata a maggio a seguito dell’ennesima segnalazione e dell’ennesimo sopralluogo, ma “una carenza di manutenzione e pulizia dell’area”.

Di conseguenza gli uffici, con nota del 5 novembre 2020, hanno intimato “l’esecuzione, entro 10 giorni, di interventi atti al ripristino delle condizioni di sicurezza, igiene e decoro e al loro mantenimento nel tempo”.

Siamo difronte all’ennesimo ultimatum, peraltro ormai scaduto. Bisogna ricordare che il cantiere da tempo è sotto la tutela di un curatore fallimentare. Per liberare il quartiere da questa condanna, non c’è altro modo per l’amministrazione che farsi consegnare le chiavi e provvedere in proprio alla ripulitura dell’area presentando poi la fattura al liquidatore. Chiediamo che questo avvenga presto e che si chiuda questa ferita all’interno del quartiere Stadio.

Federico Benini, consigliere comunale capogruppo P

Categorie: Borgo MilanoStadio

Lascia un commento