Notice: Undefined variable: ret in /home/federico89/public_html/wp-content/plugins/simple-google-analytics/class/Output.class.php on line 139

Grazie alle mobilitazioni dei residenti, ai sit in di Rifondazione Comunista e alla raccolta firme del PD qualcosa si sta muovendo. Con una delibera di pochi giorni fa, la regione Veneto ha deciso di adottare l’indirizzo per il quale ciascuna ATER dovrà attivare immediatamente un Nucleo Tecnico di Analisi (NTA), sotto il coordinamento del Presidente dell’Azienda e la responsabilità del Direttore della singola ATER e di dare atto che l’Amministrazione regionale, prima di attivare con idonea proposta l’eventuale percorso di modifica normativa di livello legislativo e/o regolamentare, sentirà il Tavolo tecnico per il monitoraggio di ogni specifica situazione. Nello specifico le situazioni dei nuclei famigliari analizzati dal NTA sono le seguenti:

– nuovo canone è incrementato almeno del 30% rispetto al precedente canone, con nucleo familiare avente i seguenti requisiti economici:

– valore del reddito familiare (reperito dall’ISEE) inferiore a 15.000 euro annui moltiplicato per il corrispondente parametro della scala di equivalenza (1 per il primo componente, ecc.);

– valore dell’indicatore della situazione patrimoniale (ISP reperito dall’ISEE di cui al D.P.C.M. n. 159/2013) non superiore a 100.000 euro.

Questo va senz’altro nella direzione da sempre auspicata dal PD e di cui la maggioranza si accorge solo ora.

Esiste tuttavia un grande problema: che questo vale solo per gli alloggi ATER. L’amministrazione comunale non ha mosso un dito al riguardo. Non ha mosso un dito l’assessore/senatore Bertacco, forse più preoccupato alla sua poltrona che alle case dei residenti Agec e non hanno mosso un dito Sboarina e l’Assessore Neri che proprio due settimane fa erano in pompa magna a prendersi meriti di sistemazioni Agec in Borgo Roma finanziate dall’amministrazione precedente.

Non è stato convocato nessun tavolo comune-regione, o comune-Agec per trovare una soluzione che vada nella direzione auspicata. Sarebbe davvero troppo tardi aspettare l’apertura del consiglio comunale e attendere l’approvazione della mozione del PD. La giunta lavori e subito per il bene di chi sta veramente soffrendo

Federico Benini

Capogruppo PD Cons Com

Categorie: Inchieste

Lascia un commento