Notice: Undefined variable: ret in /home/federico89/public_html/wp-content/plugins/simple-google-analytics/class/Output.class.php on line 139

L’ambizione di Verona di diventare una città europea, crocevia di cultura e divertimento, si scontra ancora una volta contro l’inadeguatezza delle politiche locali, che non forniscono i servizi elementari, come il trasporto pubblico, in occasione di una delle principali festività del periodo natalizio come il Capodanno.
L’amministrazione vuole la piazza piena fino all’alba, ma poi ciascuno si arrangi a tornare a casa con mezzi propri.
Il blackout dei bus a Capodanno, con le corse sospese a partire dalle otto di sera, è quanto di più anacronistico si possa immaginare.
Non pretendiamo che Atv improvvisi una programmazione notturna, toccherebbe invece al Comune farsi carico di assicurare, per tutta la notte e con propri fondi, almeno i principali collegamenti con il centro storico.
L’esperienza di ingorghi di auto e di patenti ritirate per accesso di consumo di alcol dovrebbe far ritenere questa misura buona e necessaria anche sotto l’aspetto della sicurezza e del benessere dei cittadini.
Ma è più facile convocare un consiglio comunale sui petardi, comprare i cani antidroga con fondi ministeriali, che progettare dei servizi validi per i cittadini…

Per il gruppo consiliare comunale Pd Verona
Elisa La Paglia, Federico Benini


Lascia un commento